Set
1
2018

C’è un nuovo candidato

Vi offro una notizia in anteprima: c’è un nuovo candidato alle prossime elezioni amministrative di Telgate. Mi correggo; non solo alle prossime, ma a tutte le elezioni successive: è Madre Natura.

Il suo programma generale è già stato spiegato nel dettaglio dagli scienziati americani nel rapporto che vi ho descritto qualche settimana fa (NCA 4): il tempo sta per scadere, e c’è una “significativa possibilità” di cambiamenti climatici inaspettati, irreversibili e senza preavviso, se non c’è un rapido intervento sulla causa dominante dei cambiamenti: le attività umane.

C’è poi la parte telgatese del suo programma elettorale:

  1. un milione di metri quadrati di serre fisse nell’area agricola a sud del paese non è sostenibile, dal punto di vista ecologico, idrologico e dello sfruttamento dei suoli;
  2. il piano di intervento per consentire il deflusso delle acque superficiali in via Cesare Battisti, lungo il torrente Tirna e nel bacino del torrente Rillo va attuato subito. Costo: € 320 mila euro. Chi non fosse convinto, faccia un giro lungo via Cesare Battisti in questi giorni e osservi i canali di scolo;
  3. il parco di tutela dell’area agricola dei Torrenti Rillo,Tirna e Cherio, che per brevità si chiama PLIS, va realizzato, per difendere le aree agricole dal “modello dissipativo di sviluppo” che stiamo subendo (virgolettato dal piano urbanistico provinciale);
  4. i torrenti Tirna e Rillo sono malati, gravemente malati. I dati ARPA sul Rillo, monitorato costantemente, restituiscono risultati scarsi sui nutrienti e “non buoni” sullo stato chimico. Serve una strategia di verifica degli scarichi e, in particolare, di difesa dallo scarico dei reflui zootecnici;
  5. la mobilità ciclopedonale va incoraggiata: si pensi alla sistemazione dei marciapiedi e dei percorsi pedonali del Comune, che in diverse vie sono impraticabili, disconnessi, o inesistenti. E poi si consideri l’opera pubblica di priorità uno, la passerella ciclopedonale del cavalcavia di via Passerera;
  6. il miglioramento sismico degli edifici comunali va attuato progressivamente nel corso degli anni (su questo, si sta intervenendo, almeno sulla scuola primaria);
  7. il monitoraggio delle emissioni in atmosfera da parte delle aziende va eseguito, soprattutto per quelle attività che non utilizzano le migliori tecnologie disponibili;
  8. la raccolta puntuale dei rifiuti richiede una spinta sull’acceleratore. A nove mesi dalla sua introduzione, non si hanno dati disponibili, e ci sono ancora molti episodi di applicazione sbagliata della suddivisione delle frazioni. Servono altri interventi di informazione, di controllo e di sanzione.

Madre Natura cerca alleati per la sua lista, soprattutto tra i giovani, che saranno i principali destinatari dei “cambiamenti inaspettati” che ci ha prefigurato. Io non ho dato la mia disponibilità per esigenze di fine incarico, ma la voterò di certo.

Anche perchè Madre Natura parte avvantaggiata: può anche perdere le elezioni, ma il suo programma può esser attuato per tempo (prevenendo i danni), oppure subìto.

Fabio

Autore: Fabio Turani

Scrivi un commento

You must be logged into post a comment.