Giu
17
2018

Ancora sulle serre (in attesa del Consiglio)

Pare che il comparto delle serre sia diventata una fissazione, al secondo posto dopo la situazione critica di via Pertini (irrisolta) e del cavalcavia di via Passerera (pure irrisolta). Su quest’ultimo tema, trovo poco sensato che il Comune di Chiuduno abbia scelto di collegare mediante pista ciclopedonale la vecchia SP91 tra Chiuduno e Grumello del Monte e non sieda al tavolo per risolvere il ben più problematico caso del cavalcavia dell’autostrada A4. Lega A contro Lega B, film già visto.

Fossi stato sindaco di Telgate, avrei trovato un accordo con il sindaco Locatelli oneroso per entrambi i Comuni, visto che l’interesse della passerella pedonale è reciproco.

Come avrete letto sui social network, avrei invece sostenuto concetti tecnicamente errati in materia di serre. Mi si possono muovere tutte le critiche possibili, compresa quella del tizio mio omonimo che mi etichetta come “zecca pdidiota” (aspetto solo che metta il mio nome nero su bianco, senza allusioni, per andare a trovarlo a casa), ma non di certo quella di non conoscere la normativa su questo settore. Ho studiato a fondo e da diversi mesi gli incroci tra i vari livelli normativi, e, dunque, sono disponibile a confrontarmi con chiunque.

La sede ideale è il consiglio comunale, che mi si dice sia in arrivo ad inizio luglio. Visto che voglio comprendere quali siano gli errori tecnici che avrei compiuto sul comparto da 220 mila metri quadrati di serre fisse, ricostruirò in consiglio l’intero contesto normativo, sentenze comprese: preparete le brandine, perchè serviranno diverse ore. Se poi la mia lettura, chessò, della delibera 7117/2017 fosse scorretta, farò pubblica ammenda su questo sito. Se invece fosse corretta, chiederò che si abolisca il distretto.

Nel frattempo, giusto per offrirvi un assaggio del consiglio che preannuncio come il più lungo della storia del Comune di Telgate, vi mostro la foto che segue:

I riquadri rossi evidenziano le nuove superfici destinate a serra che sono state realizzate a Telgate dal 2012 al 2018. Ricorderete che avevo fatto lo stesso esercizio nel 2015.

Perchè vi mostro questa foto? Perchè coloro che mi accusano di non conoscere la normativa avevano scritto nello strumento urbanistico che queste attività non avrebbero potuto subire ulteriori ampliamenti dal 2012. A quali titoli edilizi sarebbero state sottoposte queste nuove superfici? Si tratta di serre fisse o mobili?

Questo è l’aperitivo del consiglio comunale, al quale vi inviterò via blog affinchè vi facciate un’idea chiara di persona. Non dietro una tastiera, di persona.

Fabio

Autore: Fabio Turani

Scrivi un commento

You must be logged into post a comment.