Mag
10
2018

Grumellocenter – parte trentaseiesima: colpo di scena

Avrei scritto questo articolo ieri sera, ma avrei utilizzato parole improprie.

Il colpo di scena è la rinuncia del Comune di Telgate a chiedere la sospensione della costruzione dei due edifici sull’area vicina alla ferrovia, in cambio della fissazione della data del giudizio al 14 novembre da parte del giudice.

Una scelta sbagliata, sbagliatissima, a mio giudizio, e da cui mi dissocio. Dopo un anno e mezzo di proteste, di manifestazioni di piazza, di assemblee pubbliche, di volantini, di carte lette e rilette, di incontri, di istanze, di raccolte firme, di citazioni in giudizio, il Comune che fa? Si tira indietro nel momento in cui deve chiedere la sospensione dell’opera contro cui si è battuto. In cambio di un secondo round a novembre, quando, presumibilmente, gli edifici saranno costruiti.

Fatico a crederci, veramente.

Immagino solo il giubilo di Noris&compagnia, che penseranno che noialtri abbiamo ragioni scadenti, se rinunciamo al giudizio anticipato del TAR che invocavamo da tempo (ho scritto giusto trentasei articolo in proposito….).

Le ragioni che mi ha spiegato il sindaco Sala, mi spiace, sono insufficienti. Io avrei portato fino in fondo la richiesta di sospensione; se il giudice avesse rigettato le nostre motivazioni – ma su quali presupposti le avrebbe respinte, qualcuno me lo spiega? – allora avremmo aspettato l’udienza di merito.

Il paese di Telgate esce con le ossa rotte da questa che ritengo un’amarissima sconfitta – lo è per me, quanto meno – senza nemmeno aver giocato la partita.

Incredibile.

Chiederò le ragioni precise di questo passo indietro del tutto non condivisibile. E mi auguro che siano solo motivazioni tecniche, sennò sono guai seri.

Per ora rimaniamo in attesa degli eventi, o meglio, dall’apertura del cantiere per le due strutture. Il dialogo con la maggioranza non si interrompe, almeno per il momento, ma non più a queste condizioni, non più a “colpi di scena”.

Mi spiace veramente tanto, soprattutto per quanti – a Telgate e non solo – hanno creduto nelle nostre ragioni.

Fabio

Autore: Fabio Turani

Scrivi un commento

You must be logged into post a comment.