Ott
1
2013

Bloccato il progetto del mega centro commerciale di quintano

no_centro_commerciale

Dopo aver appreso le notizie relative ai possibili licenziamenti dell’Iper di Orio Center (potenziali 120 esuberi), che mettono a tacere una volta per tutte le voci che santificano ogni nuovo progetto di centro commerciale (come se questi mostri di cemento fossero veramente in grado di creare nuovi posti di lavoro anche in piena crisi economica), siamo lieti di comunicare che il Consiglio di Stato ha messo la parola “fine” sulla vicenda del centro commerciale di Quintano, frazione di Castelli Calepio.

Il megacentro commerciale di Quintano sponsorizzato dalla Policentro s.p.a. , una delle più potenti società costruttrici in campo nazionale e internazionale, dopo la bocciatura intervenuta a livello di Consiglio di Stato per quanto riguarda le procedure di autorizzazione (irregolari) seguite in sede istituzionale, non si farà. Come più volte ricordato il presidente della Policentro s.p.a. figura tra i dirigenti di “Costruiamo il Futuro” associazione di imprenditori, professionisti, amministratori e Compagnia delle Opere.

La bocciatura del megacentro commerciale, un’operazione immobiliare meramente speculativa, devastante per il territorio, è anche la sonora bocciatura di tutti quegli amministratori, consiglieri, assessori, esponenti di governo locale e regionale che si sono adoperati a livello istituzionale per la sua realizzazione. Il comitato “no al centro commerciale di quintano” ha anche presentato un esposto presso la Procura di Bergamo a cui si rivolge per fare piena luce su eventuali ipotesi di reato; si chiede in particolar modo che vengano portati a termine i lavori di bonifica di un’area contaminata da tanti anni di sversamento di inquinanti da parte delle Fonderie del Quintano.

Per chi volesse rimanere costantamente aggiornato sugli sviluppi, ecco la pagina Facebook del Comitato: https://www.facebook.com/groups/53176760739/

Autore: Admin

Scrivi un commento

You must be logged into post a comment.